I taralli bolliti di Emiliano Preite

I taralli sono anellini di pasta, dolci o salati, dalla storia controversa: innanzitutto, c’è chi ritiene che la parola derivi dal latino “torrère”, ovvero abbrustolire, chi dal francese “toral”, cioè essiccatoio, e chi dall’italico “tar”, che significa avvolgere.

Il tarallo ha probabilmente origine negli ambienti contadini, da protagonista dei momenti di aggregazione veniva solitamente consumato vicino al focolare con un buon bicchiere di vino. Il famoso proverbio “finire a tarallucci e vino” rimanda, infatti, proprio ad un clima amichevole. Ancora oggi, spesso, si offre agli ospiti in visita nelle proprie casa, ed è un ottimo snack  principalmente all’ora della merenda e dell’aperitivo.

Controversa anche la sua provenienza, motivo per cui le varie ed orgogliose dispute tra chi ne attribuisce la nascita in Campania e chi in Puglia non si esauriranno mai: esistono, infatti, un’infinità di varianti e tipologie in tutta Italia (anche se prevalentemente al Sud), tanto che il tarallo è stato inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tipici italiani.

Per voi abbiamo scelto i taralli bolliti dell’azienda pugliese Preite Forno Artigianale, che dal 1987 ha fatto delle produzioni dolci e salate la sua forza e la sua arte.

I taralli sono preparati a mano dal suo fondatore Emiliano Preite, che con passione e amore produce ogni giorno prodotti da forno della tradizione pugliese e non.

Sono meravigliosamente fragranti, leggeri, e portano con sé tutto il sapore dell’assolata Puglia, pungente e viva.

Vi aspettiamo per provarli, in tutte le nostre Gastronomie!

  Articolo precedente
«